h1

Fiocchi di neve

16 giugno 2007

Snow_CrystalSarebbe un po’ fuori luogo parlare di neve quando il sole questi giorni sta rendendo la vita difficile a chi vuole studiare al fresco.
E’ per questo che mi è venuto in mente di scrivere qualcosa sui fiocchi di neve; qualcosa di fresco insomma.
Come non pensare ai fiocchi di neve e alle loro forme accattivanti.
Sono allo stesso tempo simmetrici con se stessi nelle varie direzioni e molto molto differenti tra di loro.
Simmetrici con se stessi nello spazio perchè le condizioni in cui si sviluppano sono uguali in piccolo e variano enormemente dalla zona di formazione del fiocco 1 a quella del fiocco 2.
Come abbia origine un fiocco di neve mi sembra di capire che sia ancora in fase di studio.
Sembra che tutto il processo (che si svolge sopra le nostre teste) sia catalizzato dal così detto nucleo di congelamento, un granello di “polvere” intorno al quale si solidifica l’acqua a causa delle temperature negative presenti all’interno delle nuvole.
La vita di un fiocco di neve si sviluppa quindi da una “cella embrionale di ghiaccio” che si evolverà combinandosi anche con altri individui simili; e pensare che il ghiaccio in tutto il mondo presenta la stessa struttura: celle esagonali legate insieme a formare un’impalcatura 3D.
ice_struct.gifDa questo punto in avanti i fiocchi di neve cominceranno a vivere di vita propria, differenziandosi l’uno dall’altro in modo pittoresco (più di quanto gli individui umani siano differenti tra loro).
E’ eccezionale come la loro forma sarebbe molto “variopinta” anche costringendoli a svilupparsi in un centimetro cubo di spazio, fissi in quel poco spazio, senza cadere a causa della gravità per giungere fino a noi. Potete provarlo anche a casa, creare il vostro fiocco di neve a casa senza fargli percorrere chilometri di dislivello.
Piccole variazioni di pressione, temperatura (P e T per intenderci) intorno al neonato fiocco di neve sono fondamentali per sfornare un buon individuo. In più aggiungiamoci tutto il tragitto dall’alto al basso e possiamo capire come il fiocco cambia forma (un po’ come il percorso dal neonato all’anziano), urtando con altri fiocchi e turbinando a causa del vento.

Potrebbe però capitare che un fiocco abbia dei sosia in giro per il mondo durante gli inverni?

Potrebbero esistere questi sosia se le condizioni atmosferiche in cui si sviluppano sono uguali, neanche simili, devono essere uguali.
A questo punto, se basta una farfalla a modificare le condizioni ambientali potremmo dire che è troppo improbabile che un’uguaglianza tra fiocchi si verifichi.

Intanto, se volete, divertitevi a creare un fiocco di neve virtuale aspettando un altro inverno con neve abbondante per raccogliere un fiocco e guardarlo prima che si vaporizzi sulle vostre mani.

Annunci

2 commenti

  1. un’immagine bella?


  2. immagini belle ne trovi quante ne vuoi online. Digitando snowflakes credo che il web ti sommergerà con una nevicata.
    Ti lascio il titolo di un libro (ovviamente reperibile su Amazon) che trovo di stupefacente bellezza: The Secret Life of a Snowflake: An Up-Close Look at the Art and Science of Snowflakes



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: